Sipadan 2006

Eh si, lo confesso... il viaggio per arrivare nel Borneo Malese è piuttosto lungo: in aereo da Roma a Tawau per un totale di 3 scali, poi un'oretta di macchina fino al porto di Semporna, ed infine 45 minuti di speedy boat fino al resort sull'Isola di Mabul. Per un totale di circa 33 ore... uff. Ma confesso subito che ne vale la pena! Il Borneo Divers Resort è un'accogliente struttura composta da bungalow in legno moderni e carini con annesso diving center. La spiaggia su cui si affacciano è bianchissima e poco frequentata: qui ci sono quasi esclusivamente turisti subacquei. Siamo alla fine di Febbraio e i monsoni non sono ancora completamente esauriti per cui, quasi tutti i giorni, uno scroscio di pioggia a metà mattina ci accompagna. Ma non è un grosso problema: siamo ai tropici, la temperatura è gradevolissima e comunque tanto vale bagnarci completamente andando... sott'acqua! Da Mabul si raggiunge facilmente sia Kapalay che Sipadan (la "perla della Malesia" come la defini' J. Custeau). Tre isole, queste, che sono un patrimonio della biodiversità: barracuda, squali, decine e decine di tartarughe, "treni" di decine di pesci napoleone, frog fish, nudibranchi, pesci pagliaccio e gamberetti simbionti di anemoni...Per non parlare dei pesci mandarino in accoppiamento durante le "sunset dives" e dei numerosi "critters" durante le "night dives" . Tuffarsi dal pontile di Sipadan direttamente sul drop off (che qui arriva a -600 mt!) è un'emozione unica: ci si ritrova letteralmente immersi in nuvole sterminate di carangidi argentei. Mi ripeto: per un subacqueo, Sipadan vale davvero il lungo viaggio per arrivarci.