Maldive 2007

Partiamo dall'aereoporto di Milano (Malpensa), questa volta facciamo scalo in Svizzera (Losanna) e ripartiamo dopo qualche ora per Malè, dove tra una decina di ore atterreremo.. Dall'alto, prima di atterrare in questo paradiso, si riescono ad intravvedere alcuni delle migliaia di atolli che formano le Maldive... Isole a fior d'acqua in mezzo all'Oceano Indiano, a sud-ovest dell'India e dello Sry Lanka. La pista dell'aeroporto si sviluppa proprio lungo il mare e l'atterraggio è parecchio suggestivo... Presto, con pochi passi, scesi dall'aereo siamo sul Doni (barca tradizionale maldiviana) che ci condurrà sulla barca principale, l'Adventur II che, scelto l'itinerario con noi dopo aver finito di caricare tutte le provviste, scioglie gli ormeggi e parte... Questa volta navigheremo intorno a l'atollo di Felidhoo, risalendo dall'atollo di Ari sud per arrivare a Malè nord, dove finirà la nostra crociera. Siamo in 18 subacquei, ma l'Adventur II è comoda e spaziosa, davvero una gran barca... non da meno il suo Doni d'appoggio, davvero grande e spazioso, dove sono sistemate le attrezzature subacquee che ad ogni immersione vengono prontamente sistemate dai marinai... Quindi: barca principale sempre linda e asciutta con ottimo cibo e grandissimo relax e vestizione per l'immersione sul Doni d'appoggio, comoda e sempre con l'equipaggio pronto ad aiutare. Popolazione maldiviana squisita e per nulla invadente. Dimenticavo... le bombole vengono ricaricate sul Doni e lontano da noi, evitandoci il rumore del compressore. Delle immersioni che dire: L'Oceano Indiano è quasi sempre una tavola d'olio, soprattutto all'interno degli atolli, la temperatura dell'acqua è costantemente sui 28-29° e si possono fare incontri davvero gratificanti che si radicheranno sicuramente nei vostri cuori... mante, delfini, aquile di mare, squalo balena, squalo leopardo, squalo grigio, squalo martello e tanti squali pinna bianca, tonni, tartarughe, tantissime varietà di Alcionari, coralli duri, nudibranchi e murene di varie specie e chi più ne ha più ne metta... perchè in questo mare incantato, se non fosse per il Nino, con l'alzamento della temperatura dell'acqua che ha sbiancato gran parte dei coralli, e la pesca indiscriminata, ci sarebbe da rimanere a bocca aperta ad ogni immersione. Attenzione, alcune sono caratterizzate dalle correnti quindi, anche se già obbligatorio, non dimenticatevi il pedanio, davvero indispensabile da queste parti. Voto complessivo della crociera 9... Consigliatissimo.